Volume e movimenti nuove tecniche di permanente

Condividi


volume e movimenti ,nuove tecniche di movimento

Volume e Movimento, nuove tecniche di permanente

Abbiamo tutti dei clienti con capelli molto lisci, con assenza di volume o con capelli poco gestibili, che vorrebbero fare la permanente per ottenere forma e volume. Nella stagione estiva, per poterli asciugare più velocemente o per non asciugarli proprio, vorrebbero far la permanente proprio per risparmiare tempo.
Nella stagione calda infatti il capello mosso o riccio è molto pratico.
Anche se l’uso del diffusore aiuta molto a lasciare il capello mosso ancora più bello e corposo, lasciando asciugare il capello in modo naturale, con un prodotto modellante dopo averli lavati; come una mousse, un fluido o un gel, il movimento si asciuga restando ben definito, senza usare fonti di calore e ovviamente senza perdere tempo ad asciugarli.

Il problema principale però è che le clienti hanno paura di sottoporsi al trattamento di permanente, perché negli anni passati il liquido di questo trattamento non era così delicato come gli ultimi ritrovati che utilizziamo oggi. Questo, vicino all’uso maldestro per mancanza di competenza di alcuni parrucchieri, sfruttava e rovinava molto lo stelo del capello, spezzava le punte e rendeva i capelli molto crespi.

Per questi motivi ancora oggi le clienti temono di sottoporsi al trattamento della permanente.
Fortunatamente con il passare del tempo, il liquido della permanente, il famoso TIOGLICOLATO DI AMMONIO è stato migliorato, reso meno aggressivo e meno odorante.
Danneggia meno i capelli e la durata della permanente è ridotta rispetto al passato, proprio per il fatto che questo acido è stato reso meno aggressivo e invasivo per il capello.
Sta quindi a noi parrucchieri informare le nostre clienti di questi miglioramenti nel settore e far capire loro che la permanente si può ottenere senza sfruttare il capelli .
Per effettuare una bella permanente che duri comunque dei mesi, si utilizzano sempre i bigodini classici ma montati con tecniche innovative, per avere effetti più naturali e non più permanenti troppo ricce.
Un’altra tecnica per dare movimento al capello è l’Ondulazione che a differenza della permanente ha una durata minore perché viene effettuata con delle attrezzature diverse, non viene montata col bigodino ma con accessori all’avanguardia, o addirittura senza nessun attrezzo, modellando i capelli fra loro con le mani a seconda dell’effetto che vogliamo ottenere.
Ora sta a noi professionisti dare queste informazioni alle clienti e tornare a fare più spesso questo trattamento a volte lasciato in disparte per vari motivi:
lavoro lungo, impegnativo, un po antipatico per molti di noi.
Render felici le clienti è il desiderio di noi parrucchieri e quindi rendiamole mosse, ricce, ondulate e soprattutto pratiche, che è quello che vogliono principalmente.
Ricordiamo che l’effetto finale cambia anche a seconda del taglio che hanno alla base.
E qual è il taglio più indicato per i capelli mossi?
Un progressivo o uno strato uniforme sono il top, ma l’unione delle forme e soprattutto della quinta forma, fanno sicuramente la differenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.