Il fai da te non soddisfa la cliente

Condividi

LA CLIENTE INSODDISFATTA DI RITORNO

In questo periodo di recessione sono aumentate le persone in grossa difficoltà economica per vari motivi : mancanza di lavoro o ancor peggio non essere remunerati nonostante abbiano lavorato. Il mutuo da pagare, figli da mantenere, le spese quotidiane, il bollo della macchina i regali di Natale e tutte quelle spese che si devono affrontare per vivere hanno inciso ancor più ad amplificare i problemi per arrivare a fine mese. Tutto questo ha comportato a delle rinunce come le vacanze, il ristorante, il weekend fuori porta ed anche al parrucchiere. Statistiche alla mano le frequenze nei saloni, dal Nord al Sud Italia, sono passate da 12 annuali a 7,5 creando un grande calo per tutto il settore. Pur essendo stato l’ultimo a pagare dazio rispetto ad altri settori per questo motivo:  una donna prima di rinunciare al parrucchiere rinuncia ad altro, ciò non toglie che  le conseguenze si sono avvertite. 

Ciò significa che ci sono delle clienti che hanno dovuto ricorrere al fai da te.. Si sono rivolte alla grande distribuzione con prodotti relativamente validi, ed in autonomia si sono fatte il colore, le meches, i doppi colori e addirittura a volte anche il taglio con risultati discutibili…

Hanno cercato su internet i sistemi, con i vari tutorial, per poter farsi i capelli autonomamente  seguendo i consigli dati incorrendo però in disastri a volte difficili da recuperare. Nei tutorial ci sono si dei professionisti a farlo ma altrettanto dei profani che si improvvisano esperti in materia e danno consigli o tecniche improbabili creando dei veri e propri disastri. 

Non tutto il male vien per nuocere come si suol dire….I ” disastri ” creati sono una buona occasione per dimostrare la nostra professionalità, dando i giusti consigli senza per questo essere totalitari nel far pesare le loro scelte. Non dobbiamo dimenticare che nella quasi certezza lo hanno fatto per i motivi sopra elencati, quindi evidenziare il danno non fa altro che sottolineare il loro momento difficile. Diversamente è consigliabile essere degli ottimi professionisti che sanno capire e consigliare con la delicatezza del caso e cercare di fare in modo di dar loro delle opportunità di mantenere il loro look rivolgendosi a noi sia per l’acquisto dei prodotti da poter usare a volte anche a casa che per mantenere il nostro lavoro nel corretto modo.

IL tempo sicuramente ci darà il ritorno in fidelizzazione e queste clienti saranno sempre quelle che avranno massima fiducia e che ci faranno la pubblicità migliore. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti su “Il fai da te non soddisfa la cliente”