Cosa faccio se ho finito il colore?

Condividi

ASSOCIARE I COLORI 

 

Semplici soluzioni per realizzare la tonalità che abbiamo terminato in salone

 

Dall’idea di aprire un salone alla realizzazione passa un po di tempo, per progettare e realizzare,costruire ribaltare e arrivare ad una pianificazione completa del salone che si vuol creare. 

Molte cose sono da tenere in considerazione, come il tipo di stile che si vuole avere, il tipo di clientela e il budget a disposizione. 

Una volta fatto questo si passa alla scelta dei prodotti da utilizzare, varie linee curative e non, shampoo, creme, prodotti di styling e di finish, permanenti, stiranti e soprattutto i colori.

Con che linea lavorare? 

 In base alle nostre preferenze ci sono linee con tonalità più fredde, come i colori delle Marche tedesche o linee con tonalità più calde, come quelle francesi. Una volta deciso questo si passa a far un primo ordine generale, in modo da coprire tutta la richiesta che le clienti potrebbero avere. 

Si passa dalle tonalità basi, che danno massima copertura ai capelli bianchi, alle tonalità con riflessature dorate, ramate, rosse, viola, verdi fino ad arrivare a tonalità moda, colori quindi più brillanti e più forti con sfumature e riflessi accentuati.

In genere capita che durante il passare del tempo, delle tonalità non vengono più  usate, perché o non sono di moda e quindi non vengono chieste dalle clienti o perché il tipo di clientela che abbiamo, preferisce delle tonalità anziché altre. Questo porta ad aver magazzini di colori fermi, non usati. La soluzione a questo magazzino è quella di far cambiare al rappresentante queste tinte con quelle che usiamo maggiormente. Ecco però che appena le sostituiamo arriva la cliente che desidera proprio quella tonalità che noi abbiamo appena cambiato. Cosa facciamo????

Con un Po di astuzia e di basi fondamentali della colorimetria possiamo essere in grado di creare questa tonalità richiesta. 

La colorimetria è la scienza che studia i colori e definisce la loro grandezza.   Dobbiamo quindi conoscere la stella di Oswald alla perfezione, e miscelare tra loro tonalità basi con correttori e riflessanti. Ad esempio se una cliente volesse fare un biondo medio ramato dorato 8.43 e noi non l’abbiamo in casa, come possiamo crearlo? O con l’utilizzo dello stesso colore ma con altezza di tono diversa e basi naturali ad esempio 9.43+7.0 e otteniamo il nostro 8.43. Oppure  6.43+9.0 . 

Se non  abbiamo nemmeno le tonalità vicine possiamo crearlo utilizzando i correttori. I correttore sono pigmenti colorati già pronti che ci permettono di modificare una tonalità già pronta. Ad esempio se avessimo l 8.3 basterà aggiungere il correttore rame per creare il riflesso che ci manca o viceversa se avessimo 8.4 dovremmo mettere il correttore dorato.Quindi sapendo i colori primari secondari e complementari possiamo arrivare a creare anche il colore che non abbiamo, senza dire alla cliente che non possiamo farle il colore desiderato. Un accorgimento da tener sempre in considerazione sono i livelli di ossigeno da utilizzare in base all’esigenza. Abbiamo il 10 il 20 il 30 e 40 vol. L’ossigeno a 10 volumi  lo utilizziamo per finalizzare, riflessare, creare colorazioni tono su tono e per ravvivare un colore; 

quello a 20 principalmente per coprire i capelli bianchi e realizzare diverse altezze di tono.

 Il 30 volumi lo utilizziamo per aver colori  più brillanti o nei superschiarenti ed il 40 volumi principalmente nei superschiarenti.

 Queste sono le funzioni principali degli ossigeni per quanto riguarda il colore, hanno diverse funzioni invece se li utilizziamo con la decolorazione, ma questo è un altro argomento, che potete trovare in altri articoli scritti, ad esempio in quello DECO DECA.Tornando a noi, nel momento dell’acquisto dei vari prodotti inizialmente e durante i vari ordini, è sempre bene tener in magazzino i diversi correttori, che ci aiuteranno in casi come questi, manca un colore? lo realizziamo noi. Siamo sicuri così di riuscire a creare un colore personalizzato per ognuna delle nostri clienti. Il mondo del colore è veramente magico, bisogna saper le basi e divertirsi a creare pozioni magiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.