Il rasoio rovina i capelli

Condividi
il rasoio non rovina icapelli

È IL RASOIO CHE ROVINA I CAPELLI?

Quante volte ci è capitato nell’osservare immagini, poster, ed infine persone per strada, di guardare il loro  taglio di capelli.

Il classico colpo d’occhio del parrucchiere, che in una frazione di secondo inizia ad elaborare, nella propria mente, come potrebbe essere stato fatto.

Ed ecco che, in ordine cronologico, inizia una scansione di passaggi dettati dalla conoscenza della lettura dell’immagine, per poi pensare a quali attrezzi sono stati utilizzati  per l’esecuzione.

In alcuni casi capiamo che quel taglio è stato eseguito con il rasoio.

Quanti parrucchieri conoscono bene il rasoio?

A tal proposito dobbiamo fare una distinzione.

Ci sono parrucchieri  che arrivano da una formazione maschile e altri da una  femminile.

Storicamente i parrucchieri maschili  avevano la conoscenza e la padronanza nell’utilizzo degli attrezzi ed in particolare del rasoio, con il quale realizzavano tagli interi , come il taglio bombè.

I parrucchieri del settore femminile invece erano più portati a realizzare le pieghe, un po’ meno preparati nel taglio e usavano il rasoio soprattutto per mascherare o correggere errori di struttura.

Ed ecco la classica domanda: ma il rasoio rovina i capelli?

Dipende da come viene usato il rasoio. Se usato male, il primo effetto che notiamo con più frequenza è che la struttura del capello viene a mancare; il secondo effetto è che non ci sono linee guida da seguire nell’esecuzione del  taglio, e non solo,   taglio addirittura è disconnesso.

Tutto questo succede perché nel primo caso il rasoio viene utilizzato con gran vigore e nel  secondo caso non avremo gli effetti desiderati ma solo difficoltà nella gestione dei capelli.

A tal proposito mi pongo una domanda; ma in commercio, nel settore dell’acconciatura, conosciamo e troviamo attrezzi che rovinano i capelli?

No. Non mi risulta. Sarebbe controproducente.

Allora sfatiamo il mito dicendo che,non è il rasoio che rovina i capelli ma è  il parrucchiere che non è capace di usarlo.

Le cause e gli effetti indicati prima, ci portano a pensare a come è composto il capello e di che tipologia è.

Come sappiamo la struttura dei capelli è costituita  in gran parte da proteine solide. La proteina più presente è la cheratina.

Le  tipologie  sono: lisci, ondulati ,crespi, ricci, grossi, sottili.

Una delle tecniche a rasoio che possiamo utilizzare su quasi tutte le  tipologia dei capelli, mai sui capelli ricci, è la tecnica ad arco.

La tecnica ad arco si esegue realizzando una forma piena, con la differenza che il perimetro non sarà netto ma più texturizzato e così anche tutto il taglio.

E’ fondamentale la scelta del rasoio, lo strumento più indicato in questo caso è il rasoio feather, perché ha la protezione. Comincio dividendo la testa con le separazioni per eseguire il taglio in forma piena, le separazioni saranno in orizzontale e di piccolo spessore e ben bagnate, poi prendo le ciocche le sollevo e le tengo tra le dita. Punto il rasoio sopra le dita e con braccia parallele e con una rotazione dei polsi, porto alla base i capelli tagliandoli con decisione, così su tutta la testa. Il risultato finale sarà che la struttura non viene rovinata, viene lavorata la parte finale del capello realizzando un taglio intero.

Questa è la tecnica ad arco interno, ovviamente ne esistono molte altre, in base al risultato  che vogliamo ottenere, decidiamo la tecnica da utilizzare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti su “Il rasoio rovina i capelli”